21.12.11

[RECE] Mission: Impossible - Ghost Protocol -



Come dicevo QUI, oggi c'è stata l'anteprima di Mission: Impossible - Ghost Protocol -.

L'hanno fatta alla casa del Cinema, la mia sala preferita in assoluto per questo tipo di eventi perché è al limitare di Villa Borghese e a due passi da via Veneto, dove c'è l'Hard Rock Cafe e da una bella libreria Arion.
Quando mi capita di andare a vedere un film in quella sala, se la proiezione è alla mattina, il mio programma è sempre lo stesso: film, un panino mangiato da solo al bancone dell'Hard Rock rimuginando su quanto visto e infine un libro comprato sulla strada verso casa.
E così ho fatto anche oggi.

- Ho visto il film.

- Ho mangiato il panino e ho pensato a come impostare la recensione, promettendomi di parlare di un sacco di roba interessante.

- Ho comprato un libro.

- Sono tornato a casa.

Il problema è che, lungo il tragitto, l'idea di sprecare più tempo del necessario a parlare di questo film, mi è sembrata sempre più vuota e sciocca.
E non perché sia un brutto film.
Anzi, per quella che è l'offerta di film action che potete trovare in sala oggi (ovverosia, l'atroce secondo capitolo dello Sherlock Holmes di Guy Ritchie), è un film più che discreto.
Ha una trama decente, uno script tollerabile con alcuni elementi ironici gradevoli, un buon cast (Simon Pegg su tutti), una regia sobria ma efficace, un ritmo abbastanza vivace senza essere fracassone ed effetti visivi modesti ma non tremendi (ormai bisogna accettare il fatto che questo sia lo standard della Hollywood durante la crisi).
Un prodottino a modo, insomma.
Che nell'arco di un'ora, mi sono già quasi scordato del tutto.

Restano solo alcune annotazioni mentali, che vi riporto per dovere di cronaca:

- I titolo di testa sono piuttosto fiacchi, concepiti in maniera confusa e realizzati male in digitale.
 Strano, tenendo conto del regista.

- Josh Holloway è dimagrito e tornato in forma, perdendo quella faccia gonfia da sono appena uscito da una clinica Betty Ford che gli era venuta da dopo la fine di Lost.


- Tra i suoi vari registri interpretativi (tra cui vogliamo ricordare l'uno-due mandibola serrata/mandibola rilassata, lo sguardo interdetto alla Dustin Hoffman e lo sguardo determinato alla Jack Nicholson), Tom Cruise ha rispolverato un suo vecchio classico: lo sguardo di sottecchi e il sorriso alla Paul Newman. Nulla di male, gli è sempre venuto bene. E adesso che ha le rughe intorno agli occhi è anche meglio.

- Brad Bird non è pervenuto. Forse la produzione gli ha legato le mani. Forse il budget non faraonico lo ha limitato. Quello che sia, del regista di alcuni capolavori Pixar (e del Gigante di Ferro) si vede traccia solo in alcune dimamiche legate al meccanismo azione-reazione-conseguenza (in particolare, tutti gli impatti e le cadute). Il resto è anonimato dell'action. Che è meglio dello stile invasivo e bollito di Ritchie, sia chiaro... ma da uno come Bird ci si aspettava parecchio di più.

- Il film non decolla mai. Ha un buon ritmo sin dall'inizio, è vero, ma passi la prima ora a chiederti quando succederà qualcosa di grosso che cambierà la marcia del film e poi capisci che la marcia è quella (una marcia alta ma non altissima) e quella rimane.

- Lo script cerca di parare qualsiasi what the fuck? che certe scene potrebbero suscitare nello spettatore, arrivando persino a usare l'espediente (pedante) dell'obiezione in scena con tanto spiegazione annessa. Il problema è che lo fa sui dettagli e poi si lascia sfuggire delle assurdità grandi come case (tipo un missile nucleare che vola sugli Stati Uniti, non segnalato o intercettato da nessuno o una scalata di un grattacielo bella a vedersi ma del tutto inutile... prendere una stanza a un piano più alto pareva brutto?). Altri aspetti, invece, sono proprio buoni e divertenti (il tocco ironico, i rapporti interni della squadra di Hunt, la tecnologia inaffidabile...).

- Non c'è una singola scena memorabile. Cioè, sulla carta ce ne sarebbero parecchie (la fuga dal carcere, l'esplosione del Cremlino, la scalata del grattacielo, l'inseguimento nella tempesta di sabbia, il combattimento nel parcheggio automatizzato), il problema è che la resa scenica non gli rende giustizia. Forse è colpa dell'inesperienza di Bird, forse del budget, non lo so. Resta il fatto che, pur con tutti i loro difetti, i precedenti capitoli di Mission: Impossible hanno comunque sempre consegnato qualche scena alla storia del genere action. Questo, no. Persino la non particolarmente significativa scena del ponte di J.J. Abrams ha un impatto emotivo superiore alla più rocambolesca sequenza di Bird.

- Il finalino è davvero, davvero, moscio.

In conclusione, un film da sei e mezzo.
Che in un periodo di vacche magre in cui anche un idiota come Guy Ritchie viene celebrato come eroe dell'action, non è malissimo.
Ma il fatto che un Mission: Impossible sia, grossomodo, allo stesso livello di un Salt, è una cosa che la dice lunga sullo stato in cui versa Hollywood, di questi tempi.

Aridatece Jason Bourne, insomma.

22 commenti:

Belinde ha detto...

Posso chiedere per quali motivi non ti è piaciuto il secondo Sherlock? So di essere di gran bocca buona per quanto riguarda i film, ma mi piace capire quali siano i metri di giudizio che bisognerebbe avere. Sul serio, mi interessa molto!

RRobe ha detto...

Per Belinde: secondo me un pessimo script, che ha rovinato quanto di buono fatto nel primo capitolo, regia compiacente e compiaciuta che sprofonda nel vezzo, attori fuori controllo, buchi di trama offensivi per l'intelligenza dello spettatore, totale assenza di ritmo.
E questo solo per rimanere sul superficiale.
Uno dei più brutti film dell'anno.

scheletro ha detto...

rrobe ma per te sherlock 2 è del genere action? per me è una commedia che fa passare il tempo in maniera piacevole e poi a robert gli si può perdonare questo e altro. in quanto hai buchi di trama concordo.

RRobe ha detto...

No, quando passi tutto il tempo e a gigioneggiare e non reciti più, uccidendo il personaggio, io non ti passo nulla.
Downey Jr. ha trasformato il suo Holmes (che, nel primo film, era un bel personaggio), in una brutta copia di jack Sparrow.

Quanto al resto... io un film che ha la sua ragion d'essere nelle sua scene action, lo chiamo film d'azione.
Pure la serie di Arma Letale ha un sacco di siparietti comici e da commedia, ma sempre action rimane.

RRobe ha detto...

E poi basta con 'sta storia del "fa passare il tempo in maniera piacevole"!
Il tempo ha un valore.
E pure grosso.
Il tempo me lo devi far passare bene.

Watanabe ha detto...

Quoto
aridatece Jason Bourne.

L'unico che mena di brutto e pensa mentre lo fa. Noi spettatori tesi per le botte di Bourne, e ancora più tesi per quello che sta escogitando.
Ci vuole come il pane in tempi di magra.

Peccato per M:I 4

scheletro ha detto...

Downey Jr. ha trasformato il suo holmes in una buffonata è certo ma che nelle schene in cui faceva il buffone lo faceva bene. ripeto io non sono andato al cinema con l'idea di vedere un bel film perchè come lo hanno annunciato io ho capito subito che sarebbe stata una buffonata. infine per te il tempo ha un valore per me è in eccesso

RRobe ha detto...

Quest'ultima affermazione m'ha aperto un mondo.
E non sono ironico e non ti sto sfottendo.

Zambo ha detto...

Ma quando vedi queste anteprime sono in lingua originale o già doppiate?

scheletro ha detto...

rrobe dipende dal motivo per il quale lo vai a vedere se lo vai a vedere per veder un bel film hai ragione tu ma se lo vai a vedere per farti 4 risate stupide senza pensar troppo e sei lo fai per occupare del tempo libero che hai in eccesso tipo io che sto ad annoiarmi a casa perchè so tutti partiti per vacanze o altro allora è perfetto, perchè è girato meglio e con una trama più coerente di quella di un cinepanettone. una cosa sola vorrei aggiungere questo holmes 2 è senza senso come transformers 2 le uniche cose diverse sono la trama bucherellata e che le attrici hanno dita normali e non deformi

Slum King ha detto...

RRobe mi dici che hai trovato di migliore in MI:3?
Perché se da questa rece cambi il nome di Bird in Abrams, viene quella che farei io per il terzo episodio(cioè un action senza infamia ne lode e senza i guizzi autoriali dei primi 2 episodi)

Peccato per Sherlock, il problema è che il film mette l'acceleratore su ogni singola cosa, certe scene sembrava di vedere Crank 3.
Però dai almeno i popcorn li vale.

Viviana Boccionero ha detto...

Nuculare, RRoby. Nuculare.


Allons enfants de la Patrie,
Le jour de gloire est arrivé!
Contre nous de la tyrannie,
L'étendard sanglant est levé!
L'étendard sanglant est levé!
Entendez-vous dans les campagnes
Mugir ces féroces soldats?
Ils viennent jusque dans nos bras
Egorger nos fils et nos compagnes!

Aux armes, citoyens!
Formez vos bataillons!
Marchons! Marchons!
Qu'un sang impur
Abreuve nos sillons!

Que veut cette horde d'esclaves,
De traîtres, de rois conjurés?
Pour qui ces ignobles entraves,
Ces fers dès longtemps préparés?
Ces fers dès longtemps préparés?
Français, pour nous, ah! Quel outrage!
Quels transports il doit exciter!
C'est nous qu'on ose méditer
De rendre à l'antique esclavage!

Quoi! Ces cohortes étrangères
Feraient la loi dans nos foyers!
Quoi! Ces phalanges mercenaires
Terrasseraient nos fiers guerriers!
Terrasseraient nos fiers guerriers!
Grand Dieu! Par des mains enchaînées
Nos fronts sous le joug se ploieraient!
De vils despotes deviendraient
Les maîtres de nos destinées!

Tremblez, tyrans et vous perfides,
L'opprobre de tous les partis,
Tremblez! Vos projets parricides
Vont enfin recevoir leurs prix!
Vont enfin recevoir leurs prix!
Tout est soldat pour vous combattre,
S'ils tombent, nos jeunes héros,
La terre en produit de nouveaux,
Contre vous tout prêts à se battre!

Français, en guerriers magnanimes,
Portez ou retenez vos coups!
Epargnez ces tristes victimes,
A regret s'armant contre nous.
A regret s'armant contre nous.
Mais ces despotes sanguinaires,
Mais ces complices de Bouillé,
Tous ces tigres qui, sans pitié,
Déchirent le sein de leur mère!

Amour sacré de la Patrie,
Conduis, soutiens nos bras vengeurs!
Liberté, Liberté chérie,
Combats avec tes défenseurs!
Combats avec tes défenseurs!
Sous nos drapeaux, que la victoire
Accoure à tes mâles accents!
Que tes ennemis expirants
Voient ton triomphe et notre gloire!

Nous entrerons dans la carrière
Quand nos aînés n'y seront plus;
Nous y trouverons leur poussière
Et la trace de leurs vertus.
Et la trace de leurs vertus.
Bien moins jaloux de leur survivre
Que de partager leur cercueil,
Nous aurons le sublime orgueil
De les venger ou de les suivre!

Artan ha detto...

Non ho ancora visto il film. ma un mio amico ci fa una parte, da 4 minuti circa. E' il tipo che fa scappare di prigione Cruise. Cosi' me l'hanno spiegato. Mi domando com'e'.

Gianluca Maconi ha detto...

Non dovevi uscire di Sala, Rrobe. Alla fine il duello psicologico (non dico più per 'sta cosa degli spoiler, ma vabbè se non c'è storia è difficile anticiparla) è qualcosa da antologia dell'imbarazzo. Coprire un cecchinaggio con un'esplosione in confronto è serietà.

RRobe ha detto...

Per Scheletro.
Ecco. Non ci sto.
L'intrattenimento, di qualità, non significa che debba essere stupido. "Pensare Troppo" non significa niente.
Die Hard non mi fa pensare affatto e nemmeno i Predatori dell'Arca Perduta, se è per questo, ma sono straordinario intrattenimento che non mi fa sentire stupido.
Tutta la storia dell'attentato bombarolo per coprire l'omicidio di qualcuno che non c'era alcun bisogno di uccidere con un colpo alla testa (visto che comunque si trovava nella stanza dove è esplosa la bomba) è un insulto all'intelligenza dello spettatore. Come è un insulto che Holmes tappa la canna esattamente del soldato che poi entra per primo (casualmente) nella cabina per sparargli. Sono stronzate insultanti.
E tutto questo per tacere della brutta regia, dell'abuso di effetti "swoooosh" e via dicendo.

E no, c'è una differenza tra Sherlock Holmes 2 e Transformers 2 e 3. Sono tutti e tre film tremendi sotto il punto di vista della scrittura, ma gli ultimi due hanno regie maestose e una tensione alla perfezione tecnico-digitale che non ha eguali. Sono bei film? no, assolutamente. Sono grandi spettacoli? Eccome. Holmes no.

RRobe ha detto...

Per Zambo: in lingua originale, generalmente.

RRobe ha detto...

Per Slum: siamo sullo stesso livello.
Abram era più caciarone e spettacolare, questo è più sobrio e solido, ma sono film, grossomodo, alla pari.

CREPASCOLO ha detto...

Mi permetto di andare decisamente fuori carreggiata - io che sono un fan del Cruise Control e ho visto auto macinare miglia nel New England mentre il guidatore sorbiva un beverone di Starbucks - e notare che Bob Downey jr è stato scelto anche per una trilogia filmica su Perry Mason. Tony Stark, Holmes e l'avvocato del diavolo. Quando ero piccolo e tutti mi scherzavano, erano gli anni della febbre del sabato sera e a Hollywood girava la seguente barza su di un produttore che sentenziava: '' Il personaggio è una vecchia nera paralizzata ? offriamolo a Travolta ! '' perchè John era il + popolare, quello che faceva staccare + biglietti. Il Travolta del 21mo secolo è Bob Downey jr.
Quando e se negli USA un canale via cavo metterà in cantiere la miniserie di John Doe, a chi credete che offriranno il ruolo principale ? a Tom ? Mm.

scheletro ha detto...

rrobe ongi film ha un suo perchè e dice qualcosa. non è detto che un film per essere intrattenimento debba essere di qualità e come ti sto cercando di dire da tempo holmes 2 e una forma di intrattenimento spicciola e molto poco raffinata e lavorata. in quanto a transformers 2 io ti ripeto potra aver una regia maestosa ma se è una sequela inutile di scene che hanno poco senso di essere messe insieme sono anche loro un intarttenimento spicciolo raffinato e grossolano

TheLucky79 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
TheLucky79 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
TheLucky79 ha detto...

Mission Impossible - Ghost Protocol non mi é dispiaciuto, forse perché stimo Tom e mi piace come attore. Concordo sulla fiacchezza dei titolii di testa e sulla piacevole ironia dei personaggi. Una cosa che mi ha deluso è il fatto che Tom reciti con i capelli tinti, cercando di nascondere degli inevitabili capelli bianchi, non me lo aspettavo da lui.
Ciao!