28.3.12

John Doe 18 - L'uomo che amava le donne -


Non è stato un numero semplice da portare in edicola.
Ci sono stati un sacco di problemi e di rogne a ogni livello della catena creativa e produttiva.
Abbiamo parlato. Abbiamo discusso. Abbiamo litigato.
E non sempre abbiamo messo riparo alle troppe parole dette.
Il risultato è un albo imperfetto, come gran parte degli albi di John Doe.
Ma sapete che c'é? A rileggerlo oggi, nonostante sia stampato come è venuto stampato, e con tutte le sue magagne, io mi sento orgoglioso.
Perché è per numeri come questi che John Doe è John Doe e tutti gli altri... no.
Grazie a tutti.
A Davide.
A Lorenzo.
A Mauro.
A Flaviano.
E pure a Enzo. Che nonostante non ci capisca e certe volte scuota la testa, continua a credere in noi.